La nota

Superbonus, Ruggiero (M5S): “Proroga solo per condomini scelta miope e dannosa”

In Puglia non ancora terminato il 23,3% dei lavori su unità unifamiliari e plurifamiliari

Politica
Bitonto martedì 26 ottobre 2021
di La Redazione
Cantiere edile
Cantiere edile © n.c.

"È necessario prorogare il superbonus 110% al 2023 non solo per i condomini, come ha fatto il Consiglio dei Ministri nel corso della discussione sulla manovra, ma anche per gli edifici monofamiliari, plurifamiliari e funzionalmente indipendenti, per i quali invece attualmente rimangono i termini per giugno 2022”. Così la deputata bitontina Francesca Anna Ruggiero, facilitatrice regionale per il M5S in Puglia.  

Per la Puglia – spiega – è una cattiva notizia, visto che, secondo i dati ENEA al 30 settembre, non è stato ancora realizzato il 23,3% dei lavori relativi alle unità unifamiliari e, con la difficoltà di reperimento delle materie prime, c’è il rischio che molti di questi cantieri non vengano conclusi entro il termine attualmente vigente.

“Si tratta – continua Ruggiero – di una scelta miope e incomprensibile, alla luce del boom storico che l’intero settore sta vivendo dopo anni di asfissia. Un boom che ha interessato anche la Puglia, dove sono partiti lavori per diverse centinaia di milioni di euro. I beneficiari del superbonus, tra l’altro, vanno oltre le imprese e gli addetti del comparto, visto che questa misura genera un importante risparmio per i cittadini, sia in maniera diretta che indiretta, attraverso le economie derivanti dall’efficientamento energetico degli edifici. Ancora più rilevanti in un contesto, quale quello attuale, di rincari delle bollette”.

“Per questi motivi è necessario superare la proroga al 2023 ai soli condomini, per estenderla anche a quegli edifici per cui permangono i termini al 2022, che rischiano di rallentare la crescita del settore”, conclude la deputata bitontina. 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • PLINUS ha scritto il 26 ottobre 2021 alle 10:27 :

    SUPERBONUS 110% ALTRA MISURA PENSATA DAI GRILLINI PER SCARICARE SULLA COLLETTIVITA' LAVORI PRIVATI. FA IL PAIO COL REDDITO DI CITTADINANAZA. PAGA LO STATO. IL TANTO AUSPICATO INCREMENTO DELLE ATIVITA' E' RISULTATO MOLTO AL DI SOTTO DELLE ATTESE... TUTTI PROVVEDIMENTI DEL GOVERNO CONTE 1. COME QUOTA CENTO: NE DOVEVANO ENTRARE TRE PER UNO IN USCITA, SECONDO LORO. IN REALTA'SU TRE USCITE NE E' ENTRATO UNO. E NEL FRATTEMPO ABBIAMO MANDATO IN PENSIONE ADULTI GIOVANI CHE POTEVANO ANCORA LAVORARE, MEDICI CHE POI SONO STATI RICHIAMATI PAGANDOLI A PREZZO D'ORO, OLTRE LA PENSIONE.... MAI PIU' TANTA INCOMPETENZA AL GOVERNO. MAI PIU' TANTI ARRAMPICATORI CHE CERCAVANO SOLO UNA SISTEMAZIONE...PERSONALE QUALCUNO IN ATTESA DI LAUREARSI Rispondi a PLINUS