La nota

Damascelli: "No a discarica Fer.Live a Bitonto, Decaro venga a visitare sito individuato"

Dopo la notizia giunta dalla Città Metropolitana di Bari che dà l’ok all’autorizzazione integrata ambientale

Politica
Bitonto mercoledì 22 giugno 2022
di La Redazione
Il sito individuato per la discarica Fer.Live
Il sito individuato per la discarica Fer.Live © n.c.

“Vorrei invitare qui il sindaco metropolitano Antonio Decaro a visitare il nostro patrimonio ambientale, paesaggistico e agricolo in contrada Colajanni, ed avere da lui una risposta: è mai possibile concedere l'insediamento di una discarica su un territorio altamente vocato all’agricoltura di qualità, in cui ci sono aziende che producono olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta (Dop), a deturpare il paesaggio e mettere a rischio l'ecosistema e la salute dei cittadini?”. Così Domenico Damascelli, dopo la notizia giunta dalla Città Metropolitana di Bari che dà l’ok all’autorizzazione integrata ambientale (AIA) per l’insediamento della discarica Fer.Live, nonostante il parere urbanistico contrario del Comune di Bitonto.

“A cosa è servito alla nostra città – chiede – avere il vicesindaco metropolitano, che ricopriva anche il ruolo di primo cittadino a Bitonto, se poi si è dimenticato il nostro territorio, non si è ascoltata una intera assise comunale e una comunità, che hanno chiesto a gran voce che questo ecomostro, che opererà a titolo privato, fosse scongiurato? È davvero grave”.

“Per questo – conclude Damascelli – oltre ad avviare un’attività di autotutela, è assolutamente necessario difendere il nostro territorio con una seria battaglia giudiziaria e lotta politica contro chi consente tutto questo e danneggia il bene comune di Bitonto e delle città limitrofe interessate. Dobbiamo essere tutti uniti, a prescindere dalle appartenenze partitiche e combattere per tutelare e difendere il nostro ambiente, il nostro paesaggio, la nostra agricoltura e la nostra salute". 

 

Lascia il tuo commento
commenti