La nota

Conte bis, Ruggiero (M5S): «Fiducia ad un governo che faccia ripartire il Mezzogiorno»

Il commento della deputata bitontina a margine del voto sul nuovo esecutivo

Politica
Bitonto mercoledì 11 settembre 2019
di La Redazione
On. Francesca Anna Ruggiero, Movimento 5 stelle
On. Francesca Anna Ruggiero, Movimento 5 stelle © Tranilive.it

«Con il nuovo esecutivo guidato dal presidente Giuseppe Conte vogliamo continuare a realizzare i punti del nostro programma». Lo afferma la deputata bitontina Francesca Anna Ruggiero (M5S) a seguito del voto di fiducia al Conte Due che si è tenuto oggi alla Camera dei Deputati. «Noi – prosegue – non scappiamo di fronte alle responsabilità che abbiamo assunto di fronte al Paese e faremo di tutto per portare a termine i provvedimenti che risolvono i problemi dei cittadini».

«Come ha ribadito il presidente Conte nel suo discorso in aula, è fondamentale puntare su una politica economica espansiva che sia agevolata anche da una modifica del patto di stabilità europeo. Allo stesso modo è necessario ripartire dal Mezzogiorno, condizione imprescindibile perché il Paese torni a crescere in maniera robusta. Questo lo si potrà ottenere anche tramite la sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, il taglio del cuneo fiscale e con un piano di interventi straordinari per il Sud Italia».

«A differenza della Lega, che ha aperto la crisi all’improvviso, con motivi assolutamente pretestuosi e bloccando i nostri provvedimenti, il Movimento 5 Stelle ha voluto dimostrare senso di responsabilità, mettendo un argine ai danni che la scelta scriteriata di Salvini avrebbe provocato ai risparmi degli italiani. Lo stiamo facendo anche rischiando un calo dei consensi per il nostro Movimento».

«La bussola della nostra azione – conclude la deputata – continua a rimanere il bene dell’Italia e degli italiani».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 11 settembre 2019 alle 12:36 :

    Credo non sia sfuggito a nessuno (spero neppure alla Ruggeri) guardando i tg, che stamane (11/9) al tavolo a Bruxelles con i grandi accanto a Conte c'era nientemeno che Rocco Casalino. Un grande anche lui? Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 11 settembre 2019 alle 07:42 :

    La Damascelli dimentica colpevolmente di dire che l'esecutivo sarà pure guidato dal suo amico Conte ma è pure diretto nei ministeri principali dal Pd di Renzi-Boschi-Lotti-Delrio, il partito contro cui i 5S si sono sempre scagliati perché rappresentava il peggio della vecchia politica. La fiducia, come diceva Carosello, è una cosa seria. E non si dà al buio a persone che hanno già dimostrato di non meritarla. Rispondi a Franco