Candidata alle elezioni

Turismo, agricoltura e gastronomia: la proposta della bitontina Gesualdo (Itc)

"Ridare vita ad un segmento economico diventato pilastro dell'economia pugliese"

Politica
Bitonto venerdì 18 settembre 2020
di La Redazione
Maria Grazia Gesualdo
Maria Grazia Gesualdo © n. c.

"Negli ultimi anni la Puglia è indubbiamente diventata una fra le principali mete turistiche in Italia, attirando sia il turismo locale che internazionale di alto livello. I dati sono in costante crescita, sebbene le potenzialità e le proiezioni siano molto più alte. Ad ogni modo la Regione resta tra le destinazioni più apprezzate. Una considerazione in merito arriva da Maria Grazia Gesualdo, candidata alle prossime elezioni regionali nella lista di Italia in Comune, a sostegno del governatore uscente, Michele Emiliano.

"Il successo riscosso dal turismo in Puglia ha raggiunto numeri molto incoraggianti. Questo accade senza differenze dal Gargano al Salento perché, come sappiamo tutti, la nostra bella Regione ha finalmente avuto il giusto riconoscimento per le proprie bellezze naturali, a cominciare dalle coste, passando per tanti borghi e paesi caratteristici per architettura e storia". La candidata Gesualdo sottolinea: "Non dobbiamo dimenticare il prezioso tesoro che la natura e il territorio ci offrono quotidianamente, con l'ausilio del prezioso lavoro dei nostri esperti agricoltori e artigiani". Gesualdo, giovane professionista, racconta: "Provengo da un territorio molto ricco di ulivi di eccellente qualità, e l'agricoltura in generale è molto ben radicata. Questo settore però ha bisogno di essere sostenuto dalla politica. Sono molteplici gli appelli da parte dei professionisti del settore, oltre 100mila aziende agricole, per non parlare dei centri di distribuzione, che chiedono un concreto supporto da parte delle istituzioni. Molte di queste realtà stanno mantenendo viva la propria attività non senza difficoltà. Bisogna ridare slancio al settore della ristorazione messo duramente alla prova dalla chiusura prolungata dovuta al lockdown. Turismo, gastronomia e agricoltura possono viaggiare alla stessa velocità per ridare vita ad un segmento economico diventato un pilastro dell'economia pugliese. Bisogna riconoscere e sostenere la filiera agroalimentare del Made in Puglia di valore, e veicolare questi frutti per alimentare l'indotto del turismo grazie alla gastronomia".

Lascia il tuo commento
commenti