Mobilità sostenibile

Una velostazione nella stazione centrale Bari Nord

Il progetto sarà condiviso il 4 dicembre con il partenariato economico e sociale. L'assessore alla Viabilità Bonasia: "L'obiettivo è mettere fuoco tutti gli aspetti, tecnici e funzionali"

Politica
Bitonto sabato 28 novembre 2020
di La Redazione
Stazione centrale
Stazione centrale © BitontoLive.it

L’Amministrazione comunale convoca il per chiamata al Partenariato Economico e Sociale

condividere il progetto della
(Venerdì 4 dicembre alle ore 10 in Sala Consiliare)

L’Amministrazione comunale ha convocato per venerdì 4 dicembre (alle 10 nella sala consiliare del Palazzo di Città) un incontro con il partenariato economico sociale, per condividere il progetto di costruire una velostazione nella stazione centrale delle Ferrovie del Nord Barese a Bitonto.


IL PROGETTO

Il progetto, che ha un costo preventivato di circa 300mila euro, sarà candidato all’avviso regionale (POR PUGLIA 2014-2020, Asse IV Energia sostenibile e qualità della vita, Azione 4.4 Interventi per l’aumento della mobilità sostenibile nelle aree urbane e sub urbane) con il quale la Regione intende finanziare la realizzazione di velostazioni all’interno o in prossimità delle stazioni ferroviarie.

Il bando regionale punta ad incentivare la mobilità ciclopedonale, migliorare l’accessibilità delle stazioni-nodi, rendere più efficiente il servizio di trasporto pubblico locale incrementando l’intermodalità bici/treno e bici/bus, ridurre la congestione stradale e, conseguentemente, il rischio di incidenti stradali.

Il progetto che l’Amministrazione comunale intende condividere con la cittadinanza attiva, in linea con quanto stabilito dal protocollo d'intesa tra Anci Puglia e Partenariato Economico e Sociale Pugliese (sottoscritto il 22 ottobre 2015), prevede la realizzazione di una velostazione attrezzata all’interno della stazione centrale delle Ferrovie del Nord Barese, che registra un maggior carico di utenza rispetto alla stazione Medici.

Nell’area prospiciente i binari, attualmente occupata da alcune rastrelliere porta bici coperte da pensiline metalliche, sarà realizzata una struttura dotata di un sistema per il parcheggio delle biciclette a due piani con dispositivo di sollevamento, che potrà ospitare in totale 48 mezzi con accesso automatizzato diretto dalla strada, utilizzabile in tutte le ore della giornata. Un sistema di videosorveglianza, integrato con il circuito di telecamere utilizzato dalla Polizia locale, garantirà la sicurezza de deposito delle bici. Prevista anche la possibilità di ricarica per le bici elettriche.

“La convocazione del partenariato che raggruppa tutte le componenti economiche e sociali attive sul territorio – spiega l’assessore alla Viabilità, Cosimo Bonasialungi dal rappresentare solo un passaggio procedurale richiesto dall’avviso regionale, costituisce un momento di partecipazione e condivisione importante, perché utile a mettere fuoco tutti gli aspetti, tecnici e funzionali, di questo ambizioso progetto, dal quale ci attendiamo positivi riscontri sulla mobilità urbana in termini di maggiore sostenibilità e sicurezza”.

Lascia il tuo commento
commenti