La manifestazione è organizzata dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali)

Ottimi risultati ai Campionati Europei di corsa campestre per Simone Colasuonno, della Elos Bitonto

L’atleta della Polisportiva Paralimpica ELOS “Michele Cioce​" ha esordito nei 3000 e 7000 metri

Altri Sport
Bitonto domenica 09 dicembre 2018
di La Redazione
Simone Colasuonno
Simone Colasuonno © n.c.

Orgoglio e soddisfazione per l’esordio in nazionale del bitontino Simone Colasuonno ai Campionati Europei INAS di Corsa Campestre.

A Carovigno (BR), l’atleta della Polisportiva Paralimpica ELOS “Michele Cioce” ha gareggiato nelle mattinate di venerdì 30 novembre, nei 3000 metri, e di sabato 1° dicembre, nei 7000 metri.

La manifestazione, organizzata dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) in collaborazione con l’ASD Elpìs di Carovigno e l’ASD Atletica Carovigno, ha avuto luogo in terra brindisina dal 29 novembre al 2 dicembre, presso il “Parco delle Colonne”.

Grazie al lavoro costante e duraturo realizzato nell’ambito del Centro di Avviamento allo Sport Paralimpico Elos di Bitonto e alla tenacia assidua dei tecnici professionisti dell’associazione e dal Referente Tecnico e coordinatore delle attività Vito Sasanelli, Simone ha potuto indossare orgogliosamente la maglia azzurra, nell’ottava edizione dei campionati, assieme ad altri cinque atleti: Ludovica Cocciola, Gianluca Damasco, Ndiaga Dieng, Laura Dotto e Fabrizio Vallone. New entries, con il campione nostrano, Cocciola e Damasco, studenti che hanno rappresentato la nazionale FISDIR passando per il progetto regionale “Scuola, Sport e Disabilità”, dopo le rispettive affermazioni nella fase regionale di Corsa Campestre dei Campionati Studenteschi 2017/2018.

La delegazione italiana, guidata dal referente tecnico Mauro Ficerai, ha portato a casa ottimi risultati, gareggiando contro altre cinque nazioni europee: Francia, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia. Ben tre medaglie, infatti, sono state conquistate dagli azzurri, grazie alla doppietta di Laura Dotto, oro nella gara di cross corto e bronzo nella gara di cross lungo, e all’oro di Dieng nella gara di cross corto.

E Simone Colasuonno, nel suo esordio assoluto in nazionale, in 9 minuti e 56 ha concluso i suoi 3000 metri, classificandosi sedicesimo. Sedicesimo posto conquistato anche nella gara di cross lungo, 7000 metri, con il tempo di 24 minuti e 38 secondi.

Avere la possibilità di confrontarsi a così alti livelli in un contesto fertile, energico e multiculturale come quello dei Campionati Europei INAS è una vittoria a priori. Una vittoria non solo per Simone, non solo per la Polisportiva Elos, ma per chiunque creda fermamente che sia possibile arrivare, un giorno, a includere il prefisso “para” nel vocabolario quotidiano, lontano dal ridursi a una forma privativa e senza accezioni che rimandino a dinamiche di tipo assistenzialista.

Lascia il tuo commento
commenti