Nuova iniziativa

Atletica, Bitonto Sportiva presenta il progetto '0-21'

Nasce con la consapevolezza che tutti possono iniziare a correre e raggiungere un traguardo importante come la partecipazione ad una mezza maratona (21km)

Altri Sport
Bitonto giovedì 22 agosto 2019
di La Redazione
Bitonto Sportiva
Bitonto Sportiva © n.c.

Si è svolta poche sere fa la presentazione annuale del progetto “Zeroventuno”, quarta edizione, alla presenza del presidente Filomeno Moretti, del direttivo sportivo e di tanti atleti della società.

Ospiti della serata erano Roberto Annoscia, fotografo ufficiale delle gare Corripuglia nonché consigliere regionale Fidal e articolista sulla rivista online podisti.net, Domenico Nacci, assessore della città di Bitonto in rappresentanza dell’amministrazione locale e Rocco Rino Mangini, assessore al marketing territoriale nonché nostro atleta Bitonto Sportiva.

Il programma 0-21 dell’Asd Bitonto Sportiva nasce nel 2015 da una idea dell'ex presidente Damiano Depalma e dal tecnico Fidal Gaetano Salierno, responsabile del progetto per la parte tecnica e allenatore di atletica leggera Fidal.

Esso nasce con la consapevolezza che tutti, anche le persone che si sentono inadeguate, possono iniziare a correre e raggiungere un traguardo importante come la partecipazione ad una mezza maratona (21km).

Dopo essere stati sottoposti ad una visita medico sportiva da parte di medici qualificati "medicina dello sport", e dopo aver pertanto escluso eventuali patologie o incompatibilità con la corsa, i nostri protagonisti iniziano un programma di allenamento, mirato e finalizzato all’obiettivo da raggiungere, nella durata di circa 7 mesi, il traguardo della percorrenza di 21 km; appunto da 0 a 21 Km.

Lo stesso è suddiviso in più periodi: il primo prevede una fase iniziale di familiarizzazione alla corsa in modo da adattare principalmente le componenti articolari e muscolo-tendinee alla nuova attività e rappresenta una delle fasi più importanti in quanto c’è la necessità di costruire e adattare l’organismo, in modo non traumatico ma progressivo, a carichi di lavoro che nel proseguo si faranno sempre più importanti.

Il secondo periodo è destinato ad aumentare il volume portando la durata di corsa a circa un’ora, mentre il terzo è finalizzato a un miglior rendimento dell’azione di corsa e comprende variazioni di ritmo e corsa in salita.

Gli allenamenti si svolgono al mattino per tre volte a settimana. Nel corso della preparazione gli atleti, oramai tesserati Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) per conto della Bitonto Sportiva, partecipano ad alcune gare su distanze minori in modo da assaporare, respirare cosa si prova prima, durante e dopo una competizione, ossia sentimenti di timore, sorpresa, rispetto per gli atleti più esperti e magari a cui ispirarsi per le successive gare, ma anche gioia, colori, aria di festa, che fa da contorno alle manifestazioni sportive dove non tutto è competizione ma, anche e soprattutto, partecipazione e condivisione di alti ideali che lo sport impone di trasmettere a tutti principalmente ai più giovani, regole di vita che ci aiutano a vivere nel migliore dei modi e intrattenere rapporti corretti con gli altri.

Il design delle divise di allenamento del Team è stato affidato ai due Designer bitontini Pier Francesco Uva e Vincenzo Diliso, atleti della Bitonto Sportiva.

“Ho iniziato questo percorso per gioco sapendo che di lì a poco avrei mollato – è la testimonianza di Francesca, atleta della Bitonto Sportiva –. La sveglia presto, all'alba, i lunghi percorsi alla quale non sono abituata, la giornata lavorativa da affrontare. Credevo di mollare, non avrei mai immaginato di poter riuscire a correre. Oggi indosso questa maglia fiera e soddisfatta dei miei primi traguardi, sono tre mesi che corro insieme ai miei compagni e questo grazie a Salierno Gaetano che con passione e pazienza ci allena, e mi sprona a fare meglio e a tenere duro. Ogni allenamento è una sorpresa, non c'è niente che non si possa fare senza averci provato, io posso”.

Lascia il tuo commento
commenti