Basket

Una marea di maglie gialloverdi per la presentazione della stagione dello Sporting Club

Presentato il direttivo e tutti i settori giovanili sino alla prima squadra

Basket
Bitonto lunedì 29 ottobre 2018
di Tommaso Cataldi
Presentazione Asd Sporting Club Bitonto
Presentazione Asd Sporting Club Bitonto © Facebook

Una marea gialloverde composta da bambini e ragazzi ha fatto da splendida cornice alla presentazione ufficiale della stagione agonistica dell’associazione dilettantistica Sporting Club Bitonto, lo storico sodalizio locale impegnato nella promozione del basket giovanile e del minibaset.

Quest’anno la prima squadra sarà impegnata nel girone A di Promozione, disputando le partite al polifunzionale “Paolo Borsellino”. E ad augurare una fruttuosa stagione è stato in primis l’assessore Domenico Nacci: «L’amministrazione è stata vicina allo Sporting Club, così come ad ogni realtà impegnata nella promozione dello sport. Bisogna prendere esempio dai senior che giocano per passione ed è importante rivolgere un ‘grazie’ al presidente Giuseppe Granieri perché oggi investire nello sport vuol dire essere pazzi».

È stato quindi presentato il direttivo che guiderà la stagione agonistica dello Sporting Club. Accanto al presidente Giuseppe Granieri, ci sono Nicola Pastoressa, Mario Sicolo, Pasquale Trani, Gaetano Sorgente e Maurizio Palmieri. Sarà una stagione esaltante ed innovativa grazie all’ampliamento dell’offerta sportiva: i ragazzi diversamente abili, ad esempio, potranno integrarsi partecipando a “baskin”, una nuova forma di pallacanestro che prevede appunto formazioni miste di ragazzi normodotati e diversamente abili. Verrà avviato un corso di basket amatoriale per gli adulti e continueranno le collaborazioni con l’associazione “Anatroccolo” e con la realtà di Santo Spirito per i ragazzi dell’under 18; new entry invece l’alleanza con l’Arci Kirikù, neonata associazione bitontina.

Spazio poi al momento clou, ovvero la presentazione dei vari settori giovanili che compongono lo Sporting Club: Pulcini, Scoiattoli, Aquilotti, Esordienti, under 14 e 15, under 18 e infine la prima squadra che ha il compito, secondo il presidente Granieri di «far capire ai bambini cosa vuol dire giocare a basket, cosa sono le regole, non è tanto importante tifare quanto sudare e lavorare per raggiungere un obiettivo».

Lascia il tuo commento
commenti