L'ora dei saluti

Il sogno del Futsal Bitonto si spegne col Canosa: 7-3

Neroverdi fuori dai play off ma a testa alta, per una stagione di per sé fantastica

Calcio
Bitonto lunedì 10 maggio 2021
di Danilo Cappiello
La formazione neroverde
La formazione neroverde © n.c.

L’ora dei saluti.

È calato ufficialmente il sipario sulla stagione del Futsal Bitonto 2019. A fargli da cornice non è solo un velo d’amarezza per quel sogno sfumato forse troppo acerbamente in un sabato pomeriggio di maggio, no.

A fargli da cornice c’è stato anche e soprattutto un susseguirsi di applausi scroscianti, di petti in fuori e di teste alte, a testimoniare e suggellare una stagione già di per sé fantastica, e condotta in porto ogni oltre più rosea aspettativa.

Una stagione dalla quale ora trarre il meglio per costruire, chissà, un futuro all’altezza dei propri sogni e di una città intera.

Finisce dunque l’avventura dei neroverdi nei play off di serie B per accedere al campionato di A2 che sabato, nella sfida esterna contro il Canosa, non sono riusciti a battere gli avversari cedendo loro l’intera posta in palio, con un finale di sette a tre.

 

La partita

Mister Pietro Di Bari può vantare tutti gli effettivi a propria disposizione e sceglie di partire con Ritorno, Caggianelli, Orlino, Barbosa e Lovascio.

L’avvio del Bitonto è ottimo, coi neroverdi che dopo un giro di lancette vanno alla conclusione col destro di Barbosa, che si spegne sul fondo.

Il Canosa non resta a guardare e per ben due volte Castrogiovanni sfiora la rete del vantaggio, trovando però sulla propria strada un attento Ritorno.

Marco Ritorno che però non riesce al 4’ a neutralizzare la punizione ravvicinata dello stesso Castrogiovanni, che s’infila nell’angolino e vale il vantaggio dei padroni di casa.

Il Bitonto accusa il colpo ma prova a reagire più con l’istinto che con le idee, e le conclusioni da lontano di Orlino e Binetti si spengono alte sopra la traversa.

Al 10’ invece, Giancola è straordinario nella propria azione personale, meno nella conclusione debole col sinistro, parata comodamente dal portiere.

Al secondo tentativo del match però, il Canosa raddoppia e lo fa ancora con Castrogiovanni che si fa trovare libero sul secondo palo per depositare comodamente in rete un assist dalla destra, per il 2-0 rosso blue.

Il Bitonto fa fatica a trovare gli spazi e l’unica soluzione è affidarsi ai tiri dalla distanza come quello di Caggianelli, che però termina centrale fra le braccia del portiere.

Il Bitonto si spinge in avanti alla ricerca di un goal per riaprire la partita, ma il Canosa è cinico e su una palla rubata al 18’ Termine arriva al limite dell’area di rigore neroverde e col destro batte Ritorno per il 3-0 dei suoi.

La botta psicologica per il Bitonto giunge invece a pochi secondi dalla fine della prima frazione di gioco con ancora con Termine, che capitalizza al meglio un’azione corale dei suoi e dall’altezza del dischetto fa 4-0 all’intervallo.

Nella ripresa mister Pietro Di Bari prova a mischiare un po' le carte, inserendo Ritorno, Orlino, Cantieri, Caggianelli e Lovascio.

Il Bitonto scende in campo con un piglio diverso e dopo pochi secondi solo un interventi difensivo nega a Cantieri la gioia del goal.

Goal, che invece mettono a segno i padroni di casa ancora con Castrogiovanni, che lasciato colpevolmente da solo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, insacca di testa e fa 5-0.

Di qui in poi il Bitonto assedia il Canosa nella propria metà campo, e un minuto più tardi trova finalmente la rete che dà speranza, con Caggianelli che deposita in rete la respinta di Larocca sul tiro di Orlino.

Al 4’ Cantieri ci prova col sinistro ma il suo tiro si spegne sul fondo.  Al 7’ Giancola ci prova al volo ma il suo tiro termina alto.

Al 10’ invece solo un super Ritorno nega la sesta rete ai padroni di casa con due interventi superlativi si Delisa e Castrogiovanni.

A sei minuti dal termine, mister Pietro Di Bari si gioca il tutto per tutto inserendo Lovascio come quinto uomo di movimento.

Il giro palla dà i suoi frutti, ma il tiro di Orlino da sinistra s’infrange sulla traversa.

Sbilanciandosi in avanti, il Bitonto lascia inevitabilmente scoperta la propria porta e dopo una punizione battuta male dal Bitonto, Termine deposita in rete e fa 6-1.

Stessa sorte, per il tiro di Larocca che dalla propria area di rigore, manda la palla in rete per il 7-1 del Canosa.

Nel finale, a rendere meno amara la sconfitta per i neroverdi, sono le reti di Giancola e Binetti.

Al fischio finale è 7-3 Canosa che accede alla sfida di sabato prossimo contro l’Itria.

Lascia il tuo commento
commenti