E domenica la prima gara di Campionato contro il Pescara a Salsomaggiore

Il Bitonto C5 supera l'esame d'ammissione alla serie A

Sabato ha vinto l’ottavo Memorial Gabriel Sandri, battendo Falconara e Lazio

Calcio
Bitonto lunedì 04 ottobre 2021
di La Redazione
Le leonesse del Bitonto C5
Le leonesse del Bitonto C5 © Federica Lattanzio

Il Bitonto C5 supera l'esame d'ammissione alla serie A vincendo l’ottavo Memorial Gabriel Sandri organizzato dalla società Lazio Calcio a 5, che si è svolto sabato 2 ottobre al Palazzetto dello Sport di Fiano Romano. Le leonesse bitontine, neo promosse nella massima serie del futsal femminile, si sono scontrate con le veterane di Falconara e Lazio.

 

Nel primo match, giocato contro il Falconara, mister Santos ha schierato in partenza Tempesta, Diana Santos, Cenedese, Taina Santos e Luciléia. Non ha potuto contare su Tardelli e Macchiarella perché infortunate. Sin da subito le ragazze hanno mostrato la loro forza e dopo pochi minuti sono passate in vantaggio con goal di Cenedese su assist di Lucileia. Brividi per la traversa colpita dal Falconara ma non sono mancate le parate di Tempesta, che ha saputo con grande istinto e bravura fermare alcuni tiri del Falconara.

Forcing  e contropiede del Bitonto hanno portato al raddoppio, sempre con Cenedese su diagonale di Luciléia. Se non ci fossero stati due grandi interventi del portiere del Falconara su alcuni tiri di Lucileia e Taina Santos, i goal sarebbero stati molti di più.

A tre minuti dalla fine, sul 2-0, mossa a sorpresa di Marcio Santos che toglie il portiere e inserisce cinque giocatori di movimento, con il chiaro intento di tenere la palla a lungo e far scorrere i secondi. La partita si è conclusa con il rientro in campo del portiere Tempesta, e la neo promossa Bitonto ha battuto la favorita Falconara andando in finale contro la padrona di casa Lazio.

 

Mister Marcio ha affrontato la finale con lo stesso quintetto di partenza. Bitonto in vantaggio dopo 30" con Lucilèia, che da sola sulla trequarti batte in lob il portiere laziale. È stato un match intenso. Le biancocelesti in svantaggio hanno pareggiato con un tiro dalla distanza. Il Bitonto non si è fatto intimorire e subito si è reso aggressivo con Taina, che ha colpito un palo dopo una grande azione personale sull'out di sinistra. Ma subito dopo, con un’azione ancora sulla sinistra, è stata Cenedese (terzo gol per lei nel torneo) che, trovandosi sola davanti al portiere, l’ha scavalcato con un pallonetto centrale mettendo a segno il 2-1. La Lazio è tornata ad attaccare a testa bassa e, ad un minuto dal termine la difesa bitontina si è fatta trovare impreparata e la Lazio ha pareggiato con un’azione lineare. Ma il più bello è arrivato a 20 secondi dalla fine: Luciléia ha ricevuto palla sulla destra, ha aggirato l'avversaria e, andando verso la porta, ha fatto partire un fortissimo rasoterra che ha messo in difficoltà il portiere laziale, che ha toccato la palla ma ha trasformato il tiro in un pallonetto beffardo imprendibile.

È finita 3-2 per il Bitonto la partita, con conseguente vittoria del quadrangolare.

 

Al termine le neroverdi, oltre al trofeo di squadra, hanno conquistato anche i trofei del miglior portiere con Mariagiovanna Tempesta e di capocannoniere con Carolina Cenedese.

La vittoria del torneo rappresenta un buon inizio ma è già tensione in vista della prima partita di Campionato contro i campioni d'Italia in carica del Pescara, in programma domenica a Salsomaggiore.

Lascia il tuo commento
commenti