Prossimo match il 31 ottobre contro la corazzata Falconara

Pari delle leonesse nell'esordio in A: 3-3 col Pescara campione d’Italia

Santos e Lucileia sfiorano l'impresa

Calcio
Bitonto lunedì 11 ottobre 2021
di Danilo Cappiello
Bitonto C5 Femminile-Pescara 3-3
Bitonto C5 Femminile-Pescara 3-3 © Federica Lattanzio

Da metterci la firma.

È partito con un turbinio di emozioni folli e contrastanti, dalla gioia alla delusione, dalla paura alla speranza, il viaggio che già di per sé è storia, delle ragazze neroverdi.

Contro le campionesse d’Italia del Pescara, la squadra di mister Marcio Santos si è vestita di orgoglio e spavalderia e ha sfidato colpo su colpo e goal su goal le avversarie, grazie alla doppietta di Taina Santos e al calcio di rigore dell’mvp del match Lucileia.

Al fischio finale è stato 3-3 per le leoncelle, che se da un lato lascia l’amaro in bocca per il doppio vantaggio iniziale, dall’altro rappresenta un’ottima dose d’autostima per l’intero ambiente, vista la caratura di primissimo livello delle avversarie che si andavano ad affrontare.

 

LA PARTITA (cronaca a cura dell’ufficio stampa del Bitonto C5 Femminile)

All’entrata in campo del Pescara, il Bitonto C5 Femminile ha voluto fare un “Pasillo de Honor” per omaggiare i campioni d’Italia.

Mister Santos ha messo in campo Tempesta, Diana Santos, Cenedese, Lucileia e Taina. La partita è stata arbitrata da un quartetto di tutto rispetto: Chiara Perona di Biella, Alessandra Carradori di Roma, Elena Lunardi di Padova e Martina Piccolo di Padova.

 

Primo tempo

Sin da subito le leonesse bitontine hanno dimostrato supremazia e ottima forma fisica, tant’è che al quarto minuto sono passate in vantaggio con rete messa a segno da Taina, che al decimo minuto ha raddoppiato. Insomma, il Bitonto C5 Femminile non ha regalato nulla alle campionesse d’Italia in carica. D’altro canto, le stesse campionesse non si sono lasciate intimorire, e al 19’ hanno accorciato le distanze con Amparo portando il risultato sul 2-1.

Sull'azione del gol, cartellino giallo per Taina. Termina così il primo tempo. 

 

Secondo tempo

Nella ripresa Boutimah e Belli hanno ribaltato tutto e il Pescara si è portato sul 3 a 2. Nel frattempo la partita è stata accesa e combattuta, con due cartellini gialli per Cenedese e Guidotti. Le occasioni più nitide sono state comunque per il Bitonto, che ha colpito un palo con Taina e sì è visto anche annullare un gol di Diana Santos per fallo sul portiere.

Al 15', in fase di portiere in movimento, l’arbitro ha concesso un rigore alle leonesse bitontine per fallo su Diana, che si era incuneata in area. Freddissima, Lucileia ha messo a segno il rigore, portando il risultato sulla parità: 3 a 3. Successivamente non sono mancate buone chance per il Bitonto, che a 10 secondi dalla sirena ha colpito l'interno della traversa, a portiere battuto, ancora su un tentativo da sinistra di Taina Santos.

Alla fine un pareggio più che meritato per il Bitonto, che ha avuto le occasioni più nitide per vincere la partita e ha conquistato un punto importante in trasferta in attesa della prossima partita, il 31 ottobre contro la corazzata Falconara che intanto ha travolto il Padova per 9 a 0.

Lascia il tuo commento
commenti