Calcio locale

Usd Bitonto Calcio, intervista esclusiva a Leonardo Rubini

Il direttore sportivo della squadra bitontina si confessa alla vigila della sua sesta stagione

Calcio
Bitonto domenica 14 luglio 2019
di Mario Romano
Leonardo Rubini
Leonardo Rubini © Anna Verriello

«L’obiettivo di quest’anno è sicuramente far meglio dello scorso anno e per questo mister Taurino è l’uomo giusto per alzare l’asticella e regalare ai tifosi una stagione piena di soddisfazioni». Esordisce così Leonardo Rubini, in un’intervista esclusiva a BitontoLive.

Da poco papà per la seconda volta con l’arrivo della piccola Angela, il direttore sportivo è al sesto anno consecutivo alla corte del patron dell’Usd Bitonto Francesco Rossiello, alla vigilia dell’inizio della preparazione, al via già dalla prossima settimana sul prato della stadio “Città Degli Ulivi”: «A fine luglio partiranno i lavori per il montaggio della curva nord nel nostro stadio, che avrà una capienza di più di 500 posti a sedere. Continueremo a migliorare la struttura, in particolare ci sarà l’installazione di paraspigoli sui muretti tecnicamente chiamati “cordoli di gomma”», spiega.

A riguardo del mercato sempre in movimento, racconta: «Stiamo ancora lavorando per dare a mister Taurino la rosa completa per l’inizio del campionato, abbiamo raggiunto sinora gli obiettivi prefissati prendendo calciatori di “spessore” per la Serie D, in ultimo Massimiliano Marsili, la scorsa stagione a Taranto. Per quanto riguarda il “parco” senior siamo all’ ottanta per cento, mentre per gli under stiamo aspettando il 16 luglio per poter perfezionare un paio diprestiti con ragazzi provenienti da società professionistiche».

E sulla trattativa per il rinnovo del bomber Patierno, che ha fatto tribolare non poco i tifosi neroverdi, confessa: «Per la lunghezza dei tempi è stata una trattativa difficile, ma non per causa di forza maggiore, bensì perché c’erano richiesta dalla Serie C e il ragazzo si è sentito di valutare alcune proposte, quest’anno potrà essere per lui l’anno della consacrazione per i mezzi a sua disposizione. È un valore aggiunto per la città di Bitonto come lo è stato per altri bitontini, come Antonio Bellavista e Gimino Santoruvo, che hanno raggiunto palcoscenici importanti dando lustro alla nostra città. Poi per quanto riguarda degli arrivi ex Cerignola Loiodice e Lattanzio è stato più semplice perché è bastata una chiacchierata col Presidente Rossiello e hanno sposato il progetto Bitonto, ben felici di indossare la casacca neroverde».

Sul nuovo mister Roberto Taurino, Rubini non ha dubbi: «È un tecnico giovane e molto preparato,è bastato parlarci per 10 minuti per capire la suavoglia,rivedo in lui tutto il mio entusiasmo e di tutta quanta la società. Continuerà il lavoro tracciato da Massimo Pizzulli, grandissimo allenatore e persona magnifica, ha fatto secondo me nella passata stagione più di quello che si poteva fare con la rosa a sua disposizione, una rosa competitiva ma un po’ corta».

L’inizio della preparazione è ormai alle porte e conla campagna abbonamenti già pronta si guarda al ritiro di Camerino. «Sono già programmate le amichevoli, resta da stabilire solo le date, che comunicheremo a breve, anche perché stiamo aspettando che le società di Serie C che faranno il ritiro nelle vicinanze di Camerino si organizzino al meglio. Per la questione abbonamentispero che la città risponda in buon numero,anche perché sarebbela risposta giusta da dare al Presidente», aggiunge Rubini.

Novità anche per la sede sociale dell’ Usd Bitonto. che sarà ubicata presso lo stadio “Città Degli Ulivi”: «Allo stadio ci sarà la nuova sede,a livello sociale credoche sia più giusto chei tifosi possano essere in contatto con la squadra. Personalmente sono stato invitato all’inaugurazione della sede dei due gruppi di ultras e ho fatto i complimenti ad entrambi i perché hanno delle bellissime sedi molto accoglienti e ben allocate al centro della città, facilmente raggiungibili da tutti i tifosi».

Infine, Rubini spende parole di stima e amicizia verso il direttore generale Nicola De Santi, con il quale c’è un rapporto quasi simbiotico: «Ci confrontiamo spesso durante la giornata, se ad esempio per un calciatore c’è qualche dubbio tra me lui lo valutiamo bene, cerchiamo sempre di rispondere alle richieste di mister Taurino e per ora il rapporto va per il verso giusto, basta rispettare i ruoli e finora entrambi lo stiamo facendo», conclude.

Lascia il tuo commento
commenti