Dal 18 al 21 settembre

Torna “FlataTùm”, il festival bandistico nazionale della città di Bitonto

La sesta edizione, all’insegna della tradizione e della sperimentazione, sarà ospitata nel teatro Traetta e nel chiostro del Seminario vescovile

Spettacolo
Bitonto mercoledì 15 settembre 2021
di La Redazione
FlataTùm 2021
FlataTùm 2021 © n.c.

Ripresa. È questa la parola d’ordine della sesta edizione di FlataTùm, il festival bandistico nazionale della città di Bitonto. Dopo lo stop causato dalla pandemia da Covid-19, l’associazione musicale culturale “Davide delle Cese”, sostenuta dal Comune di Bitonto, tornerà finalmente dal 18 al 21 settembre a regalare al suo affezionato pubblico quattro serate all’insegna della tradizione e sperimentazione.

Per quest’anno, la rassegna, inserita nel cartellone di “Bitonto Città dei Festival”, cambierà location. Nel rispetto delle disposizioni anti contagio e per evitare assembramenti, le bande e le orchestre di fiati abbandoneranno le piazze cittadine per essere accolte prima nel teatro Traetta e poi nel chiostro del Seminario vescovile.

 

IL PROGRAMMA

 

Sabato alle 19, l’apertura del festival si terrà al teatro Traetta. A presentare il programma della quattro giorni saranno i maestri Vito Vittorio Desantis direttore artistico di “FlataTùm”, Salvatore Pirolo esperto di tradizioni bandistiche, Mino Mincarone dell’associazione “Festa” e il maestro Cataldo Caputo direttore artistico della rassegna musicale “A tubo!” città di Corato.

Dopo la conferenza, alle 20.30, spazio alla musica con il concerto delle Sound Girls. La formazione femminile, composta da professioniste formatesi al conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, sarà diretta dal maestro Michele Consueto. Insieme a loro, anche il soprano bitontino Angela Drimaco.

La serata, tutta in “rosa”, è sostenuta dal centro antiviolenza “Io sono Mia”, impegnato nella lotta alla violenza di genere. Alla causa sarà dedicato l’intero festival, che continuerà il giorno successivo con la musica made in Campania.

 

Domenica 19 settembre sarà la volta del Gran concerto bandistico “D’Amato - Cardaropoli” città di Bracigliano (Salerno).

Il complesso, diretto dal maestro cav. gr. uff. Carmine Santaniello, si esibirà in una breve parata nel centro di Bitonto alle 18.30, per poi eseguire alcune marce a piè fermo alle 19 in piazza Cavour. Alle 20.30 raggiungerà poi il chiostro del Seminario vescovile per un concerto lirico sinfonico.

La nuova settimana porterà invece una vecchia e gradita conoscenza del “FlataTùm”. Lunedì 20 settembre, tornerà infatti nella città di Bitonto, la Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, sezione di Altamura. La breve parata delle ore 19 si concluderà in piazza Marconi per l’omaggio ai caduti. Il concerto di marce militari, canzoni bersagliesche e musiche di vario genere si terrà invece alle 20.30 nel Chiostro del Seminario Vescovile.

 

La stessa location ospiterà anche la grande chiusura del festival di martedì 21. A far divertire il pubblico ci penseranno i Ferrandina Sax Quintet, in concerto alle 20, e gli Swingati Bros, protagonisti dello spettacolo musicale in programma alle 21.30.

 

Gli eventi saranno tutti ad ingresso gratuito ma con obbligo di prenotazione. Per riservare un posto, è possibile telefonare o inviare un messaggio whatsapp ai numeri 347 5422371 e 340 3171507, o inviare un’e-mail agli indirizzi info@dellecese.it o vvdesantis@dellecese.it. In entrambi i casi, occorrerà fornire i propri dati anagrafici: nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza.

Per accedere all’area concerto sarà inoltre necessario esibire il green pass o il risultato del tampone con esito negativo, effettuato entro le 48 ore precedenti all’evento.

Lascia il tuo commento
commenti